IS MASCAREDDAS | PRODUZIONI

Chi ha paura della mortadella

Chi ha paura della mortadella?
Burattini a guanto

Testo e Animazione: Antonio Murru e Donatella Pau.
Sceneggiatura e regia: Karin Koller.
Burattini e oggetti: Donatella Pau, Antonio Murru e Sonia Carlini.
Decorazione scena: Metamorphosi.
Sartoria: Adriana Geraldo.

La storia è ambientata nella “scuola della morte”, dove i piccoli aspiranti messaggeri incappucciati e dotati di falce imparano ad accompagnare gli umani nell’ultimo delicato momento della propria esistenza terrena.

Il fratello della Morte è il sonno e questo lo sappiamo tutti. Meno noto è il fatto che la Morte ha anche un figlio. Il ragazzo si chiama Beniamino e come tutti i piccoli “messaggeri” frequenta la scuola della morte.

Beniamino, al contrario dell’ossuto e compassato babbo, ha le guance rosse ed è ciccione. È un tipo solare: gli piace vestirsi con colori vivi e ballare il chachacha, come ha imparato dall’esplosiva e conturbante Zia Rossella. Il bambino è di carattere un po’ insicuro: quando si emoziona, balbetta. Tutto ciò non rallegra di certo il babbo. In più Beniamino non ha la minima voglia di seguire le orme paterne: vuole fare a modo suo e dedicarsi solo alle sue passioni.

Un giorno il padre gli da un compito: deve accompagnare Don Peppino, un arzillo vecchietto che suona magistralmente la fisarmonica e che viaggia con una mortadella gigante sulla sua motoape, nel passaggio dalla vita alla morte. Convincere l’uomo a compiere l’estremo passo diventerà la prima grande sfida del piccolo Beniamino…

Età: dai 7 anni.

Share This