IS MASCAREDDAS | PRODUZIONI

Ri-tratto di Antonio Gramsci

Di e con: Betti Pau
Produzione: Is Mascareddas

Sinossi
La pièce è un lavoro di cucitura e adattamento per la narrazione, compiuto dalla scrittrice, sulla biografia di Gramsci firmata da Giuseppe Fiori, sulla raccolta gramsciana di “Lettere a Julca”, “Gramsci vivo nelle testimonianze dei suoi contemporanei” di Renato Figari e su “Le donne di Casa Gramsci”, quest’ultimi curati da Mimma Paulesu Quercioli.

Con “Ri–tratto di Antonio Gramsci” Betti Pau rende omaggio al Gramsci Uomo, nel rapporto con i suoi affetti e nel legame con la sua terra, ma soprattutto manifesta un gesto di gratitudine verso una figura rivoluzionaria e una vita dedicata integralmente a realizzare un’idea di società più giusta e civile per tutti.

Lo spettacolo è stato presentato a Animar Festival Internazionale del Teatro di Animazione sul Mediterraneo 2011 a Teulada (CA), a Siliqua (CA) in occasione della presentazione al pubblico del Circolo Quadrato Quotidiane Resistenze e al Teatro MoMoTI di Monserrato (CA) in occasione della ricorrenza della nascita di Antonio Gramsci.

Elisabetta Pau vive a Vallermosa (Cagliari). Coltiva la passione per il Teatro di Animazione da circa 30 anni e ha all’attivo numerose collaborazioni con la compagnia Is Mascareddas come costumista e autrice. Insieme a Donatella Pau ha cofirmato il testo dello spettacolo di microteatro per pupazzi “Doni”.

L’autrice vanta numerosi corsi di formazione, tra cui, i principali: 1995 Corso sul Teatro Comico con Cesare Gallarini, 1998 Seminario Teatrale con Alain Maratrat, 1999 Laboratorio di base per Attori con Raffaele Chessa e Corso di Costruzione e Animazione di Burattini con Is Mascareddas, 2004 Corso di Lettura ad alta voce, Costruzione favole e Racconto orale con Gabriele Ferrari.

Attualmente sta approfondendo il proprio percorso di ricerca artistica nell’ambito del Teatro di Narrazione. I suoi più recenti lavori sono “Lezione di taglio”, racconto imbastito come una lezione di taglio sartoriale sui significati della parola taglio per esprimere considerazioni politiche e riflessioni sulla società italiana odierna, “Quattro quarti”, quattro storie brevi, quattro colori, altrettante fasi della vita ambientate principalmente in un mondo agropastorale, tra ricordi di infanzia e metafore e “Ri-tratto di
Antonio Gramsci” in cui ricostruisce il trascorso biografico umano di questa figura così complessa.

Esigenze tecniche
Spazio scenico: min mt 3×3
Tipologia sala: salone con fondale nero o neutro. La capienza è variabile in funzione delle caratteristiche del contesto: in spazi piccoli e raggiungibili con voce naturale la capienza è di max 100 posti ca., in caso di spazi all’aperto, che comunque devono essere sempre raccolti e non disturbati acusticamente, è necessario un radiomicrofono e una capienza di max. 300 posti.
Illuminazione: 1 faro sull’attrice e sala in penombra con pubblico semivisibile.
Durata: 45’
Età: dai 12 anni
Genere: Racconto orale.

 

Share This